Componenti e impianti elettronici ed elettrotecnici

Ingegnarsi per riparare l’elettrodomestico di casa: assistenza per il frigo, lavatrice, lavastoviglie....


Se debbo riparare un elettrodomestico mi rivolgo logicamente ad un tecnico specializzato o lo mando al centro assistenza se è in garanzia. Un’altra possibilità è quella di essere personalmente tecnici o di avere qualche amico che lo è, in questo modo le difficoltà e gli inconvenienti connessi potrebbero facilmente svanire. Ma per coloro che non abitano nel nostro paese ma in altre nazioni europee o nelle Americhe o in Australia il discorso potrebbe avere altre sfaccettature.

Esistono dei luoghi chiamati Repair Cafè (caffè in cui si effettuano riparazioni) in cui dei volontari specializzati nel campo offrono la loro conoscenza e pratica (in alcuni giorni del mese) a chi abbia da riparare elettrodomestici e voglia imparare qualcosa in questo campo.

Pur essendo dei luoghi in cui si possa gustare caffè e brioche, questi luoghi hanno anche, al loro interno, delle officine con tutto quanto possa servire a riparare elettrodomestici oltre a un tot di libri su questo argomento.
Perché portare l’elettrodomestico guasto in questi luoghi anziché al tecnico? Un buon motivo è perché è gratuito, al massimo il costo di qualche caffè o dolcetto, il secondo è perché queste persone che volontariamente danno questo servizio, possono, in linea di massima, insegnare ad altri anche semplicemente con l’osservazione, a fare le cose che fanno loro o guidare i proprietari dell’elettrodomestico rotto nell’eseguire, nei limite del possibile, la riparazione, se vogliono.

Certo che la cosa dipende dall’entità della riparazione o dalla sua difficoltà. In Italia non esiste ancora un servizio del genere anche se c’è per le bici. Magari siamo troppo consumisti. Un altro servizio che potrebbe giovare a chi vuole riparare il proprio elettrodomestico guasto, è internet. Nel web  si trovano decine di siti che spiegano come fare una riparazione.
Addirittura ne esistono solo dedicati alle riparazioni di elettrodomestici con centinaia o migliaia di guide a seconda dell’elettrodomestico. Certo questo è un impegno maggiore rispetto al solo portarlo ad un tecnico, ma la cosa porta anche a vantaggi personali.

Rivolgersi obbligatoriamente ad un tecnico riparatore

In Italia, solitamente siamo costretti a dover trovare il nostro riparatore di fiducia in quattro e quattr’otto. La difficoltà principale connessa alla riparare tempestivamente la nostra lavatrice o il nostro frigorifero è costituita dal fatto che normalmente non siamo in grado di rinunciare all'utilizzo di questo elettrodomestico per troppe ore. Pensiamo solo alla montagna di panni che saremmo in grado di accumulare rimanendo per tre giorni senza la nostra lavatrice. Oppure immaginiamoci la scena di rimanere senza frigorifero e le conseguenze sulla mangiare, cucinare, e sui nostri pranzi in generale.

Per questo motivo il nome della riparatore di elettrodomestici, oppure il nome del centro di assistenza per elettrodomestici (a Torino, a Napoli, a Roma o in qualsiasi città abitiate) è meglio se ce lo procuriamo prima. L'ideale sarebbe quello di un tecnico riparatore esperto in grado di venire direttamente a casa nostra e di riparare il guasto nel minor tempo possibile. L'intervento ideale dovrebbe avvenire entro le 24, massimo 48 ore dalla telefonata.

Questo ridurrebbe al minimo il nostro disagio relativo al nostro frigorifero, lavastoviglie o qualsiasi elettrodomestico che sia. Il sopralluogo permetterà alla riparatore di farsi un'idea precisa sia dell'entità della riparazione, sia dei prezzi e dei ricambi che eventualmente serviranno per riuscire a riportare in vita il nostro elettrodomestico casalingo. Tramite il passa parola o tramite ricerca su Internet il nostro consiglio è di procurarsi il numero o il biglietto di visita della migliore riparatore che c'è nella vostra città.


ISCRIVI GRATUITAMENTE LA TUA AZIENDA