Consulenza professionale, studi specialistici

Planimetria Catastale: cos’è e a che serve


La planimetria catastale non è altri che la riproduzione grafica in scala 1:200 di una casa, un box, un ufficio e qualsiasi altro tipo di immobile. E’ detta anche piantina catastale e può essere reperita direttamente al Catasto oppure tramite diversi servizi online. All’interno della planimetria catastale sono riportate tutte le informazioni che riguardano l’immobile e il territorio dov’è ubicato inclusi gli immobili confinanti con esso. In particolare nella piantina catastale possiamo trovare oltre come detto all’ubicazione e immobili limitrofi anche le lunghezze e le altezze e anche la distribuzione dei singoli locali. Inoltre possiamo trovare anche i dati catastali per l’identificazione del tipo di unità. In sostanza quindi tramite la planimetria catastale possiamo sapere tutti i dati che ci servono sul conto di un determinato immobile. Proprio per tale ragione il documento è diventato obbligatorio in tutti i processi di compravendita di un immobile. La planimetria catastale per legge deve essere aggiornata costantemente e goni qual volta si effettua anche la più minima variazione all’immobile. Questo aggiornamento deve essere fatto tramite un tecnico qualificato (architetto, geometra, perito industriale) , che deve occuparsi dell’accampionamento per correzione. Ma come si richiede la planimetria catastale? Come suddetto si può fare tramite Catasto o siti autorizzati, tuttavia la richiesta può essere effettuata solo dai proprietari e comproprietari dell’immobile, a differenza della visura catastale che invece può essere richiesta da chiunque. Anche terzi possono richiedere la planimetria catastale a patto però che siano muniti di delega e documento del proprietario.


ISCRIVI GRATUITAMENTE LA TUA AZIENDA