Abitazioni, lavori e servizi

I mille usi dei pavimenti in pvc


Perché usare rivestimenti in pvc

Igienici, facili da posare, versatili, colorati: sono i pavimenti realizzati in pvc. Ma come scegliere quello giusto e, soprattutto, perché optare proprio per questa tipologia di rivestimenti? Esistono due categorie di pavimenti in pvc: eterogeneo e omogeneo. I pavimenti in PVC eterogeneo sono quelli con la resa estetica migliore. Realizzati in poli-cloruro di vinile, questi arredi trovano il loro impiego principalmente in luoghi pubblici, dove transitano numerose persone. Il motivo è tutto nelle caratteristiche del materiale utilizzato. I pavimenti in PVC sono resilienti, cioè elastici, quindi attutiscono i rumori e resistono all’usura del tempo e del continuo andirivieni generato dalle persone. La superficie si pulisce con facilità, e la manutenzione complessiva non necessita di grandi costi di gestione ed è rapida e veloce. Numerose personalizzazioni e la possibilità di scegliere colori, fantasie o effetti particolari, aumentano la versatilità di questo tipo di pavimento multiuso. In un contesto lavorativo, ad esempio, può essere impiegato anche per realizzare guide o personalizzazioni ad intarsio per delimitare camminamenti e zone. Utilizzato con profitto negli spazi o uffici pubblici come ospedali, scuole, mense, è impiegato anche nel settore del commercio. Qui viene spesso scelto per i rivestimenti di negozi, centri commerciali, hall di alberghi.

Quali tipologie di pavimenti in pvc esistono

A seconda della tipologia del luogo dove si andranno a posare, i pavimenti in pvc avranno caratteristiche diverse. Lo spessore dello strato superiore con cui sono realizzati (chiamato d’usura) potrebbe variare, così come alcune peculiarità legate alle varie composizioni dei materiali utilizzati nella fase di produzione. La gamma di prodotti in pvc destinati alla pavimentazione è veramente molto ampia, sia per qualità tecniche che per proposte estetiche. Anche i formati possono variare tra rotolo, doga e piastrella. Il formato in rotolo è quello più utilizzato nei contesti dove è richiesto un pavimento tecnico molto performante. Quelli denominati LVT hanno ampliato ulteriormente le possibilità di scelta, riuscendo a imitare in modo molto veritiero sia il parquet che la pietra, sono molto più arredativi a discapito della resistenza che è minore.

Per capire se un pavimento in pvc è adatto al contesto in cui si vuole utilizzare è importante controllare la classe di utilizzo, divisa in tre categorie: abitativo, commerciale, industriale. Queste tre classi sono ulteriormente suddivise in sottoclassi numeriche da 21 a 23 per l’abitativo, da 31 a 34 per il commerciale e da 41 a 43 per l’industriale, più alto è il valore numerico maggiore è la resistenza al calpestio e le performances.

Le pavimentazioni in pvc sono funzionali e particolarmente pratiche. I trattamenti delle superfici le possono rendere anche ancora più facili da pulire, come ad esempio la superficie PUR e la Cross Linked Polymer System. Il rinforzo in fibra di vetro aiuta ad incrementare la resistenza e la stabilità

Polifunzionali ed ecologici

Le proprietà fonoassorbenti facilitano la concentrazione all’interno di un ufficio, ma evitano anche che il rumore prodotto in una fabbrica si propaghi da un piano all’altro. Questa è anche una delle ragioni per cui uffici e industrie spesso si dotano di elementi in pvc per i loro pavimenti. Le proprietà antiscivolo di cui alcuni prodotti sono dotati, impediscono che si possa accidentalmente scivolare sulla sua superficie, evitando spiacevoli incidenti. In commercio si trovano pavimenti tecnici in pvc con proprietà antibatteriche, trattamenti antimicrobici, certificazioni di assenza di immissione nell’aria di sostanze volatili dannose per la salute, qualità importanti quando si tratta di utilizzarli spazi riservati ai bambini, nelle camere da letto, in ambulatori o in ambienti ad uso sanitario. Tutto ciò per garantire un ambiente isolato, igienizzato, sicuro e confortevole.  Ma la versatilità dei pavimenti in pvc non si esaurisce nel contesto lavorativo: spesso, anzi, è utilizzato per gli spazi esterni purché protetti da un tetto, come verande, dehors, garage, edicole e chioschi. Passare da questi impieghi a usi prettamente residenziali e domestici, è stato possibile grazie alla costante ricerca di decorativi innovativi, che si ottengono con le più innovative tecnologie di produzione.

 I vantaggi dei pavimenti in pvc

Differenti contesti e usi e un unico materiale. Il pvc si afferma come importante elemento d’arredo facile e veloce da installare. Alcune tipologie sono auto posanti, altre resistono ai traumi scaturiti dalla caduta di oggetti. Eppure, questo materiale non decora solamente spazi dedicati al pubblico o alla produzione di beni e servizi: tutt’altro. Rappresenta un modo facile e veloce per svecchiare un appartamento o ricoprire un pavimento rovinato. Questo, soprattutto grazie alla velocità della posa in opera. Presso l’azienda di Giancarlo Nanni, è possibile trovare una vasta gamma di pavimenti in pvc adatti a qualsiasi esigenza e confrontare tra loro i diversi modelli. Alcuni aspetti, come lo spessore, il colore e la trama dei rivestimenti, sono personalizzabili per meglio adeguarsi allo stile della stanza. Ideale per camerette, bagni e cucine, il pvc vi aspetta: visita te il sito nannigiancarlo.it per scegliere quello che fa per voi.


ISCRIVI GRATUITAMENTE LA TUA AZIENDA