Servizi assicurativi e finanziari

Colata d’oro: è meglio scegliere monete o lingotti in oro?


'Colata d'oro': è questa la definizione più idonea per la situazione del mercato post-brexit.

L'oro continua la sua ascesa nel mercato finanziario: la sfiducia sull'azionario europeo colpisce gli investitori,i quali si rifugiano sui beni davvero sicuro.

Tra di essi l'oro è di gran lungo il più sicuro. Difatti (in seguito alla sua impennata dopo l'uscita del Regno Unito) l'oro non ha subito nessuna variazione significativa: nelle ultime ore si è passati da un -0.04 % a un +0.12 % azionario (ieri quasi un +1%),con il valore di circa 39.60 euro/grammo e 1362 dollari/oncia.

A sostenere questa 'colata d'oro' ci pensano anche le banche,esse infatti stanno dimostrando sempre meno affidabilità e stabilità sul mercato. Lo stesso Dudley, presidente della newyorkese Federal Reserve, spinge per un aumento dei tassi di interesse nelle banche.

Potrà sembrare che l'oro però dovrà subire una battuta d'arresto a molti: tutt'altro! Le Case di Investimento americane (le più attendibili) prospettano che l'oro salirà anche a più di 1700 dollari l'oncia, arrivando entro 18 mesi persino a 2000-2500 dollari/oncia.

Ok,stabilita la sicurezza dell'oro,rimane una sola questione: meglio investire in monete o lingotti d'oro?

I risparmiatori furbi hanno visto uno spiraglio nell'oro fisico e nell'ultimo periodo si è notato che le monete auree (soprattutto la Sterlina) danno un maggiore profitto rispetto ai lingotti d'oro. Con i lingotti d’oro si paga il prezzo massimo giornaliero e l'aggiunta per la manifattura,oltre a ciò oggettivamente i lingotti si vendono più difficilmente.

La moneta è più riconosciuta e più facilmente proficua. Si incontrano meno ostacoli: le monete sono coniate su due facce in metodo standardizzato, pertanto hanno tutte un peso netto e lordo, una grandezza, un diametro specifici.

Tutto ciò le rende più stabili se confrontate coi lingotti d’oro con una forma, nella maggior parte dei casi, non stabile e costante nel tempo. Le monete sono meno falsificabili ,inoltre hanno solitamente purezza al 99,9% (cosa meno probabile nei lingotti). Un investitore internazionale preferisce investire in monete, indubbiamente.

Mentre in passato un investitore medio di rado metteva nel suo portafoglio una quota per il metallo prezioso superiore al 5%, ad oggi un consiglio sarebbe di investire sull'oro fino al 20% (viste anche le incertezze economiche).


ISCRIVI GRATUITAMENTE LA TUA AZIENDA