Comunicazione, visibilità e servizi aziendali

Lavorare da casa, i lavori del futuro


La digitalizzazione sta ormai prendendo il sopravvento su quasi tutte le tipologie di lavoro, infatti sono sempre di più le aziende che si preoccupano di apparire sulla S.E.R.P di Google o sui social come Facebook, Twitter o Instagram. Questo implica la generazione di una nuova tipologia di lavoro on line, che non richiede, necessariamente, la presenza in azienda.

Per questo motivo, diventa sempre più importante avere una connessione internet a casa. Molti titolari aziendali, infatti, dopo aver appurato che il dipendente è in grado di svolgere questo tipo di mansioni in autonomia concedono il telelavoro, soprattutto se il viaggio per arrivare in sede è molto lungo e potrebbe compromettere la produttività.

Ci sono diverse tipologie di lavoro che si appoggiano a questo modello di organizzazione, andiamo a vedere qualche esempio.

Quali sono i lavori che si possono svolgere da casa?

Come già accennato ormai ci sono moltissimi titolari aziendali che per garantire una migliore emploee experience consentono, nei limiti del possibile, lo smart working, come ad esempio aziende che si occupano di programmazione software, digital marketing o web design.

Non sono, però, solamente le realtà aziendali ad adottare questa metodologia di contratto, grazie alla digitalizzazione si stanno creando un gran numero di mestieri freelace, adatti ai più coraggiosi.

Alcuni esempi sono il fotografo freelance, il tecnico del computer oppure il cuoco a domicilio per feste ed eventi.

Per iniziare questo genere di lavori basta, infatti, aprire una partita iva e farsi una buona pubblicità sia in maniera attiva che tramite una buona customer experience.

Lavorare da casa potrebbe sembrare un sogno che si avvera, ma come in tutte le cose ci sono lati positivi e negativi.

Vantaggi e svantaggi dello smart working

Tra i principali vantaggi troviamo la flessibilità e la riduzione dello stress, infatti non ci si pone più il problema delle ore di traffico per arrivare in azienda, oppure del poco tempo per svolgere le mansioni domestiche. Tutto questo è accompagnato anche da un recupero del sonno non indifferente che garantisce una migliore produttività.

Allo stesso tempo, molte persone che praticano lo smart working, si ritrovano a convivere con un senso di solitudine, derivato dal fatto che non hanno nessuno con cui confrontarsi. Il confronto con i colleghi non è solo un fatto di sicurezza in ambito lavorativo, ma anche un’occasione di interazione sociale.

Un’altro timore di chi lavora da casa è che questa dinamica possa ricadere sul benessere fisico, causando problemi alla schiena o ingrassamento, derivanti dal fatto che non si è più costretti ad uscire di casa o a muoversi per andare a lavorare.

In conclusione, lavorare da casa può essere il sogno di indipendenza di molti ma non sempre chi si avventura in questo tipo di attività è poi soddisfatto della scelta.


ISCRIVI GRATUITAMENTE LA TUA AZIENDA