Servizi assicurativi e finanziari

Investimenti, in quale paese è più conveniente effettuarli


Attraversando un periodo di crescita economica incerta e fragile a livello globale e di estrema volatilità in diversi ambiti, sia gli operatori finanziari che i semplici cittadini che intendessero effettuare investimenti, preferiscono farlo in settori o Paesi solidi o comunque che forniscano notevoli garanzie.

Tanti gli ambiti in cui lanciarsi per tali operazioni, tuttavia il livello di investimento dipende da diversi fattori: dalla quota di denaro a propria disposizione al grado di rischio che si intende correre. E naturalmente, elemento importante per tutti prima di investire, utilizzare diversi strumenti o indicatori, che permettano di conoscere il livello di rischiosità delle stesse operazioni finanziarie. Tra gli strumenti più utilizzati, in particolare nel settore del trading online, troviamo anche le Bande di Bollinger, ad esempio. Una volta presa la decisione di investire, quali sono i Paesi in cui è più conveniente farlo o vi sono le condizioni più favorevoli?

Una delle aree più interessanti da questo punto di vista resta l'Asia. L'India infatti rimane un Paese attraente per effettuare investimenti, grazie ad un tasso di crescita sempre considerevole e, in prospettiva futura, addirittura superiore all'altro colosso asiatico, che è la Cina. Tutto questo si aggiunge ad infrastrutture sviluppate e ad una burocrazia ridotta. Continua ad essere un polo d'attrazione anche l'Indonesia, grazie ad un tasso di sviluppo tra i più alti al mondo ed un'economia aperta e favorevole agli investimenti stranieri in diversi settori, da quello bancario a quello delle infrastrutture.

Anche altri Paesi asiatici restano una meta attraente per gli investimenti, come ad esempio, Hong Kong. Nonostante un'economia in lieve rallentamento, l'ex colonia britannica possiede infrastrutture moderne e funzionali e presenta diverse imposte commerciali ridotte, grazie anche ad accordi che condurranno ad un'integrazione sempre maggiore con la madrepatria cinese. Il settore più interessante resta quello dei servizi. Anche Singapore risulta essere tra i Paesi in cui è più conveniente investire, nonostante stia attraversando una fase economica in considerevole frenata rispetto agli anni precedenti. I settori più appetibili saranno quello dei servizi ad alta tecnologia,  dell'economia digitale e delle energie rinnovabili.
Nonostante sia piccola a livello di estensione territoriale, la Nuova Zelanda presenta un'economia in costante crescita e importante polo per investimenti, soprattutto in ambito edilizio, dei servizi ad alta tecnologia e nel turismo. In quest'ultimo caso, particolare attenzione è posta nel settore dei centri benessere o termali e alberghi di lusso. In Africa, invece, un Paese in rapido sviluppo risulta essere il Kenya, con consistenti tassi di crescita economica annuali. Gli ambiti più attraenti per gli investimenti risultano essere quelli dei servizi finanziari ed in particolare quelli connessi alle piattaforme digitali e ad internet.


ISCRIVI GRATUITAMENTE LA TUA AZIENDA