Salute, benessere, cosmesi

Heliantus: un fiume di benessere


Quando si pensa alla medicina alternativa le reazioni del pubblico sono quasi sempre 2. C'è chi storce il naso o nel migliore dei casi abbozza un sorriso sarcastico, facendo la mimica di un mago che armeggia la sua scheda magica. C'è invece chi si irrita per l'uso di una definizione che sembrerebbe sminuire trattamenti o scelte di cura rivelatesi migliori di quelle offerte negli ospedali. La questione più importante è che i soggetti che appartengono alla prima categoria, nella stragrande maggioranza dei casi, non hanno mai provato il piacere di un idrocoloterapia o i vantaggi, in termini di salute, che possono derivare da una dieta improntata sui gruppi sanguigni. 

Come far rinascere l'intestino

Esistono diversi modi per aiutare le pareti intestinali a recuperare il proprio smalto e risolvere i tipici problemi di digestione lenta o pesantezza che sfociano il più delle volte in stitichezza cronica. Tra i sistemi più efficaci per far guadagnare nuova vitalità alle mucose gastriche vi è il lavaggio del colon, meglio noto, nei centri di benessere del corpo, con il nome di idrocolonterapia. Il sistema di pulizia si rivela tanto semplice, quanto efficacie, perchè capace di “sgrassare” l'intero tubo digestivo, eliminando una volta per tutte, l'insieme dei residui alimentari che possono inficiare la corretta metabolizzazione dei cibi introdotti nell'organismo. Immaginate il colon e il retto come il tubo di sgorgo dell'acqua, presente in un lavandino della cucina. Se non utilizzassimo il filtro per raccogliere le parti più grandi, prima che cadano all'interno del tubo, ci accorgeremmo che in brevissimo tempo avremmo bisogno di uno valido sgrassatore, che ristabilisca il corretto funzionamento del lavandino e ci consenta la pulizia delle stoviglie. Immaginiamo che il filtro di scolo equivalga ad una dieta personalizzata che tenga conto dei segni delle iridi e delle intolleranze a specifiche pietanze e che invece l'idrocolon svolga la funzione dell'idraulico liquido. L'esempio non può che chiarire alla perfezione a che cosa serva il lavaggio intestinale e come, la scelta dei migliori alimenti, possa stemperare irritazioni a livello gastrico e farci ritrovare il sorriso. 

I consigli della suocera 

Nei forum di discussione in ambito medico si può leggere tutto e il contrario di tutto. Quelle che potrebbero a prima vista sembrarci delle opinioni disinteressate, si dimostrano, spesso, degli utenti pagati dalle grandi case farmaceutiche perchè denigrino i metodi di medicina alternativa o comunque non convenzionali. Eppure la pulizia dell'intestino, ai tempi di Lady Diana classificata come una terapia per ricchi, rivela oggi tutto il suo potenziale, dimostrato da una continua crescita di persone che la eleggono a cura vincente contro stipsi e altri disturbi intestinali (aria nella pancia, flatulenza, verme solitario, ecc...). Alle top model di successo, interessate alle proprietà dimagranti indirettamente legate con l'irrigazione intestinale, si sono sostituite le mamme di famiglia che, raggiunta una consapevolezza alimentare più alta, hanno deciso di cancellare la memoria storica, associata ai cibi sedimentati nella pancia. L'idraulico del nostro corpo è l'operatore di ogni centro d'idrocolonterapia che, per rendere ancora più completo il servizio, potrà offrire sia dei specifici massaggi, che una visita iridologica profonda.

Quello che attende il paziente che ha deciso di prenotare la prima visita d'iridologia è un fiume di benessere che allontanerà, nell'arco di un ciclo completo, le tossine presenti nella flora batterica. Il piccolo fastidio che potrebbe generare la specula di 2 centimetri, quando viene introdotta nell'ano, non potrà mai intaccare l'immagine di una cura di cui riceveranno benefici tutti gli organi del corpo. Il fortissimo legame che unisce l'intestino al cervello è ancora più evidente nei soggetti che praticano idrocolon da anni, i quali sottolineano di essere diventati più calmi e riflessivi, con conseguenze positive tanto in ambito relazionale, quanto in quello lavorativo. Più che evitare di ascoltare “le suocere” invidiose che esprimono opinioni negative o per lo meno discutibili sui lavaggi praticati con acqua lungo il colon, il consiglio resta quello di sperimentare che cosa è questa pratica in prima persona. Dopotutto se questi lavaggi vengono utilizzati in moltissimi ospedali nel mondo, come metodo terapico, una ragione ci sarà. Impariamo quindi a valutare con la nostra testa quello che è dannoso per il nostro organismo. Anche perchè nei confronti dei farmaci non si usa solitamente lo stesso metro di giudizio, eppure, i casi di intolleranza agli stessi, a cui spesso segue l'uscita dal mercato, non sembrano provocare lo stesso clamore provocato da chi sostiene che l'idrocolon non gli è servito a nulla. L'operatore che utilizza l'idro su un paziente non possiede una bacchetta magica e non può prendersi le responsabilità di un soggetto che, finito il lavaggio, si ostina a mangiare cibo spazzatura, disinteressandosi della dieta da lui suggerita.


ISCRIVI GRATUITAMENTE LA TUA AZIENDA