Salute, benessere, cosmesi

Gaviscon contro bruciore di stomaco e reflusso gastroesofageo


Le cause ed i sintomi dei principali problemi digestivi


L'uso di Gaviscon come pronto intervento.
In base ai dati forniti da Federfarma nell'ultimo biennio, una persona su quattro soffre di mal di stomaco, reflusso gastroesofageo e disturbi della digestione. Non a caso, il farmaco più prescritto è stato quello degli inibitori della pompa protonica, indicati per la cura di ulcere e gastriti. Riconoscere in anticipo i sintomi di queste problematiche, aiuta a prevenire complicazioni e patologie, e a scegliere i giusti rimedi farmacologici per la cura definitiva e occasionale. Le funzioni dello stomaco, e di tutti gli organi dell'apparato digerente, ovvero il cardias, la mucosa gastrica, il corpo (la muscolatura dello stomaco), ed il piloro, che collega stomaco e duodeno, vengono compromessi dalle cattive abitudini alimentari, da uno stile di vita scorretto e dall'arrivo della bella stagione. Mentre è risaputo che cibi fritti e bibite gassate infiammano le pareti dello stomaco, per via dell'eccessiva secrezione dell'acido cloridrico, è meno noto che l'aumento delle ore di luce solare, favorendo la produzione dell'ormone cortisolo, rende più lenta e difficile la digestione. Per evitare le sensazioni di fastidio nella zona retrosternale, e di dolore al petto con annesso gonfiore addominale, è fondamentale prevenire, attenendosi a delle regole basilari circa l'alimentazione. In tutti i casi in cui il fastidio permane, è indispensabile assumere dei farmaci specifici per abbassare l'acidità, ovvero l'acido gastrico in eccesso. Fra i migliori farmaci per il trattamento del bruciore di stomaco occasionale va annoverato Gaviscon, disponibile sotto forma di compresse masticabili e sospensione orale, in bustine o bottiglia.


L'azione mirata dei farmaci a base di alginati contro il reflusso gastroesofageo


Come agisce Gaviscon sullo stomaco.
Rigurgiti acidi, dolore e tossetta secca e stizzosa, addirittura tachicardia, raucedine e bruciore di stomaco continuo: stiamo parlando dei sintomi della malattia da reflusso gastroesofageo, benigna, ma causa di disturbi cronici fastidiosi. Circa un terzo della popolazione italiana è affetta da questo disturbo. La causa principale della MRGE è da riscontrare nell'azione alterata del cardias, la valvola che collega esofago e stomaco. Quando la sua tenuta viene meno, il cibo, mescolato ai succhi gastrici, risale, provocando i suddetti sintomi, con conseguente irritazione dell'esofago. Il reflusso acido, tuttavia, può essere causato anche dall'ipersalivazione e dal rallentato svuotamento gastrico, ovvero dalla permanenza maggiore del cibo nello stomaco. Sono maggiormente a rischio i soggetti in sovrappeso, a causa del grasso addominale, le donne in gravidanza, ed i fumatori. Anche lo stress e l'ansia contribuiscono ad acutizzare il problema, accentuandone la sintomatologia. Per combattere il reflusso gastroesofageo è fondamentale prevenire, riducendo cibi irritanti, evitando di mangiare in abbondanza ed in fretta, e non appisolandosi subito dopo i pasti. In tutti i casi in cui il malessere persiste è efficace affidarsi alle cure di Gaviscon per brevi periodi di trattamento, in base ai consigli del proprio medico curante. Il farmaco Gaviscon, a base di sodio alginato e sodio bicarbonato, agisce formando una barriera protettiva che galleggia sul contenuto dello stomaco, ostacolandone la risalita nell'esofago.


I rischi del mancato trattamento del reflusso gastroesofageo


I benefici dell'assunzione di Gaviscon.
Quando il reflusso gastroesofageo non viene trattato in modo adeguato, il rischio di complicazioni è maggiore. Possono verificarsi casi di ulcere esofagee, a carico della mucosa dell'esofago, il restringimento stesso dell'esofago (stenosi esofagea), con conseguente difficoltà a deglutire, ed il cosiddetto esofago di Barret, che interessa il rivestimento interno dell'esofago inferiore. Per scongiurare l'insorgere di tali patologie è fondamentale ricorrere a farmaci come Gaviscon. Assunto dopo i pasti e prima di coricarsi, oltre a garantire un rapido sollievo dal bruciore di stomaco occasionale, favorisce la guarigione dalla malattia da reflusso gastroesofageo. La barriera di gel di acido alginico (derivato dalle alghe) possiede un PH quasi neutro. Essa galleggia sullo stomaco per 4 ore, impedendo il reflusso acido, e quindi l'infiammazione. Nei casi di reflusso, la barriera agisce come emolliente sull'esofago.


ISCRIVI GRATUITAMENTE LA TUA AZIENDA