Cultura, arte e artigianato

Corsi di recupero estate 2015: come candidarsi


Ancora un’opportunità di offerte di lavoro dal mondo della scuola, che vale anche per i docenti non abilitati. Stiamo parlando della possibilità di prendere parte come insegnanti ai corsi di recupero estivi che, molto probabilmente, saranno avviati tra la fine di questo mese di giugno e luglio. Suddetti corsi, come si può immaginare, sono finalizzati al recupero delle materie nelle quali, durante l’anno, si è avuto un debito formativo. Chi può presentare domanda? Innanzitutto, il requisito minimo è essere in possesso della laurea magistrale o aver sostenuto un certo numero di esami utili per la classe di concorso della materia che si vuole insegnare. Questo significa che coloro che hanno la laurea triennale NON possono candidarsi.

Si ricorda, inoltre, che i corsi di recupero estivi si terranno solo ed esclusivamente nelle scuole secondarie di II grado, in base a quello che sarà l’iter deciso dai singoli consigli di classe che avranno tutta la libertà di scegliere e redigere un programma di recupero che, alla fine del corso, dovrà essere verificato. Solitamente si tratta di corsi da un minimo di 10 a un massimo di 25 ore. Attenzione, però, perché non tutte le scuole li attivano e, pertanto, sarà necessario informarsi prima. Come? Chiamando in segreteria della scuola che potrebbe interessare o andando direttamente in loco. Molte scuole dispongono anche di un sito internet aggiornato e ci si può anche informare lì. Per inoltrare la domanda per i Corsi di recupero estate 2015  si deve compilare la MAD che si trova sul sito della scuola, oppure si deve compilare un’autocertificazione con tutte le proprie generalità e la disponibilità a svolgere i corsi di recupero. Deve, inoltre, essere segnalato il punteggio ottenuto alla laurea magistrale e deve essere esplicitato anche in che classi di concorso ci si candida.

Il compenso è di 50 euro all’ora. Si tratta di una nuova opportunità lavorativa per tutti quei giovani e meno giovani che non hanno ancora preso l’abilitazione e che, comunque, sono in possesso di requisiti molto restrittivi che ne accertano la capacità a svolgere questo tipo di lavoro. I corsi di recupero sono un vero e proprio incubo per gli studenti che li ricevono, non essendosi impegnati a fondo durante l’anno, ma sono parte integrante dell’offerta formativa del nostro sistema scuola che offre a tutti la possibilità di usufruire di docenti e non docenti, seri e preparati e in grado di far loro recuperare tutto quello che si può nelle ore previste. Un aiuto più che valido che si dà a tutti gli alunni delle scuole di II grado e che, al contempo, è anche una valido modo per aiutare chi ha bisogno di lavorare insegnando.


ISCRIVI GRATUITAMENTE LA TUA AZIENDA