Moda e abbigliamento

Sport Outdoor: cosa sono e qual è l'abbigliamento giusto


Tra i tanti sport che si possono svolgere nella nostra vita, per poterci mantenere in forma, non ci sono solamente gli sport classici come la palestra oppure il calcetto, piuttosto che il tennis o la pallavolo.

Oltre a questi sport, chiamati "sport indoor" perché si svolgono all'interno di un edificio (anche se si possono fare anche fuori) c'è un intera categoria di sport detti sport outdoor, e sono quelli che per loro natura devono essere svolti fuori, all'aperto, all'esterno. Sport che si fanno nelle strade, tra la natura, in balia delle condizioni atmosferiche.

Parlo con queste parole di ciclismo, di escursioni e trekking, caccia, di arrampicate, anche di rafting: si tratta di una serie di sport che hanno in comune il contatto con gli elementi naturali, che siano boschi, rocce, acqua e via dicendo.

Chiaramente, ognuno di questi sport ha bisogno di un abbigliamento sportivo uomo ben preciso, per essere affrontato al meglio. E se per alcuni sport, come il ciclismo o il rafting (lì c'è la muta) ci sono abbigliamenti specifici, per altri, come il trekking, bisogna seguire regole "generali", perché non c'è una linea ben precisa da dover seguire.

Come vestirsi per uno sport outdoor

La parola d'ordine per questo tipo di attività è una sola, ed è comodità. È in assoluto la prima cosa, perché i vestiti in questo genere di sport hanno lo scopo, oltre che di coprirci, di proteggerci dal freddo, che potrebbe essere presente, ma non di accaldarci troppo perché dobbiamo sempre ricordare che stiamo facendo attività sportiva.

Poiché il movimento genera calore, vestirci, come pesantezza, uguale a come ci vestiamo per andare al lavoro (quando dobbiamo magari camminare per qualche centinaio di metri a piedi) non va bene in uno sport del genere. Perché, anche se all'inizio abbiamo freddo, bisogna considerare che questo pian piano lascia spazio al calore che produciamo, e ad un certo punto avremo caldo.

Oltre, quindi, a vestirci con la giusta pesantezza, dobbiamo poi considerare che essendo nella natura ci possono essere condizioni atmosferiche avverse, come ad esempio l'acqua.

La pioggia non solo è un problema per il corpo (un impermeabile però dovremmo sempre averlo) quanto anche per il terreno, e quindi dobbiamo prendere in considerazione pantaloni e scarpe. Per quanto possano essere leggeri, devono essere anche resistenti, e soprattutto impedire quanto più possibile l'ingresso dell'acqua all'interno. Per alcuni sport, infatti, anche pioggia leggera può rendere il terreno un vero e proprio pantano in cui, senza calzature adatte, potremmo addirittura sprofondare.

Per questo motivo, se per la parte superiore del corpo deve stare in comodità, per quella inferiore va un po' sacrificata relativamente al bisogno di protezione, protezione dal terreno irregolare o bagnato, dalle rocce, eventualmente anche dalle piante del sottobosco (rovi) che potrebbero costituire un problema e ostruire anche la normale attività sportiva.

Con questi consigli di base, che possono essere difficili da prendere in considerazione quando abbiamo davanti l'abbigliamento da scegliere senza un minimo di cultura, si riesce ad iniziare comprendendo già quali sono le cose importanti.

Si riesce così ad effettuare così una scelta adeguata che permetta di decidere in base alle reali necessità che si pongono per uno sport del genere, piuttosto che alle cose che presumiamo essere importanti (magari perché proveniamo da attività sportive indoor) e che, invece, alla fine non lo sono.

Vi consigliamo comunque di affidarvi a marche di abbigliamento specializzate come Beretta. Questa storica azienda italiana ha una linea di abbigliamento specializzata nell'outdoor e al sito istituzionale Beretta  potrete vedere tutti gli articoli ben descritti e illustrati con le loro caratteristiche specifiche.


ISCRIVI GRATUITAMENTE LA TUA AZIENDA